Dopo il danno, la beffa: si fa largo un Glassgate??

Come annunciato dagli amici di Gadgetblog, l’iPhone 4 potrebbe soffrire di un altro grave difetto e che è stato chiamato Glassgate, in “onore” del precedente Antennagate. Il problema non riguarda il vetro anteriore (che si è sempre rotto abbastanza facilmente in seguito ad una caduta) ma al rivestimento posteriore, che è praticamente fatto dello stesso materiale. Alcuni utenti hanno lamentato rotture della parte posteriore a causa dell’utilizzo di cover rigide che lasciano passare polvere ed altri residui che possono graffiare ed incrinare il vetro zaffiro. Roba da fantascienza, alla quale facciamo un po’ di fatica a credere: un minimo trauma deve verificarsi per determinare una rottura della cover posteriore anche se è indubbio che materiali come la plastica o leghe leggere sono maggiormente elastici e rispondono meglio alle sollecitazioni. Personalmente ho visto lo schermo di un iPhone frantumarsi da una caduta di meno di un metro, con il possessore rimasto letteralmente di sasso: è un difetto riconducibile a tutti gli smartphone con uno schermo in vetro, che migliora le performance del touchscreen capacitivo e il contrasto dello schermo ma bisogna vedere fino a che punto ci si può spingere verso un design così estremo e che costringe ad un uso attentissimo del telefonino e che non ammette errori o distrazioni. Letto su Gadgetblog.it [Scritto da IL_MORUZ]