Custodie XCase per iPhone by Tetrax – Quando l’attrazione diventa irresistibile [Recensione]

Vi avevamo già parlato dei prodotti Tetrax qualche mese fa e per rinfrescarvi un po’ la memoria vi proponiamo il nostro precedente articolo proprio sotto questa segnalazione: ma visto che bisogna sempre andare avanti ecco oggi condividiamo con voi le nostre impressioni sul nuovo prodotto di casa Tetrax, ricordiamo azienda italiana, che fa felici tutti i possessori di iPhone 3G e 3Gs con una custodia appositamente creata e compatibilie con l’intera gamma di magneti. Tetrax è un marchio brevettato che utilizza potenti magneti per poter utilizzare saldamente i propri device tecnologici in auto, sfruttando le prese d’aria del sistema di climatizzazione. Nella nostra precedente prova ci eravamo stupiti della solidità della soluzione, anche con l’iPhone, nonostante l’esigenza di incollare la clip ad un custodia esterna oppure al telefono stesso. Oggi c’è  una soluzione meno invasiva, che non compromette l’estetica del Melafonino – e noi iPodManiaci ci teniamo moltissimo a questo aspetto – e che consente anche di proteggerlo in ambiti diversi dall’abitacolo della nostra vettura. Il suo nome è XCase. Ma passiamo alla nostra puntigliosa recensione, come sempre subito dopo il salto e con alcune foto.

Confezione ed Accessori

I modelli a disposizione sono tre: bianco, nero lucido e nero opaco, denominato soft touch in quanto il materiale del rivestimento è antiscivolo e leggermente gommato. La confezione è un semplice blister in plastica trasparente da aprire con un taglierino, facendo attenzione a non rigare la custodia. Nessun manuale a corredo.

{gallery}prove_accessori/tetrax-xcase/1{/gallery}

Installazione/Smontaggio

Appena spacchettate siamo stupiti la leggerezza e la flessibilità delle cover, contraddistinte sul posteriore dalla clip in metallo integrata e dall’oblò per mostrare con orgoglio il logo Apple. nella parte interna è presente un sottile rivestimento marchiato con il logo dell’azienda italiana. Per installare la cover basta inserirla: nessuno sforzo e nessuno scricchiolio strano. Per rimuoverla dobbiamo usare un po’ di tecnica: l’aderenza è molto buona e per questo dobbiamo partire dalla parte alta, quella dell’interuttore di accensione ed alzare leggermente il bordo e poi cominciare a spingere verso l’esterno. Il “buco” posteriore ci può essere d’aiuto proprio in questa fase di smontaggio. Abbiamo ripetuto la procedura più volte durante la nostra settimana di test e ci si abitua in fretta a questo tipo di operazione.

{gallery}prove_accessori/tetrax-xcase/2{/gallery}

Estetica/Materiali e Funzionalità

I colori sono quelli classici anche di iPhone, da abbinare come meglio preferiamo. Come detto in precedenza si tratta di una cover molto classica, con accesso a tutti i comandi tipici ed utilizzabile anche come custodia prevalente. Abbiamo notato alcune limitazioni: il foro delle cuffie è davvero a filo del bordo della custodia e questo impedisce di utilizzare cuffie di terze parti che hanno un rivestimento del jack più voluminoso ma non c’è nessun problema con gli auricolari standard di Apple. Il dock è accessibile e bisogna sollevare leggermente sempre la parte esterna della cover affinchè il cavo possa inserirsi completamente. La caratteristica distintiva di Tetrax XCase è quella di integrare la clip, appena sotto la posizione del logo dell’iPhone,

{gallery}prove_accessori/tetrax-xcase/3{/gallery}

{gallery}prove_accessori/tetrax-xcase/4{/gallery}

Durante l’uso quotidiano: test su strada

Il nostro test è stato affrontato utilizzato l’accessorio Xway, inserito nelle feritoie dell’abitacolo di una modesta Fiat Punto. Il collegamento avviene semplicemente avvicinando la custodia Xcase al supporto fisso: i magneti fanno il resto, assicurando una presa molto salda. E’ possibile posizionare l’iPhone sia in modalità landscape che portrait. Ma passiamo all’analisi buche!! Non è stato difficile trovare strade piene di asperità ma ci è stato impossibile “scollare” il Tetrax dalla sua posizione! E visto che volevamo farci del male e mettere in difficoltà l’accessorio abbiamo provato a prendere un dosso artificiale a circa 40km/h. Nulla! Non abbiamo riscontrato problemi o interferenza di tipo magnetico utilizzando l’applicazione Google Maps e il navigatore satellitare Ndrive Italy: aggancio satelliti come d’abitudine. L’aspetto della custodia è gradevole e la rifinitura soft touch è davvero particolare, adatta ai più esigenti in termini di eleganza. Nel nostro caso abbiamo apprezzato particolarmente quella bianca, abbinata in contrasto al nostro iPhone 3G nero.

{gallery}prove_accessori/tetrax-xcase/5{/gallery}

Conclusione – Pregi e Difetti

XCase è stata una bella scoperta: nella nostra precedente recensione avevamo lamentato la mancanza di una soluzione dedicata ad iPhone e questo colma questa nostra mancanza. Si tratta di un prodotto da consigliare assolutamente a tutti, soprattutto coloro che non amano quelle anti-estetiche ventose porta cellulari che sono facile preda di vandali o ladri dei parcheggi e che lungo andare possono staccarsi dal parabrezza. Tetrax ha come sua indubbia qualità quella di assicurare una presa senza paragoni ed una stabilità nell’uso invidiabile. Per i difetti riportiamo solo alcune scelte dimensionali nei frame dedicati al jack delle cuffie e del dock, che possono procurare qualche piccolo impedimento. Il nostro consiglio è quello di tenere XCase nel cruscotto della propria vettura e di installarlo al momento d’uso ma questo non vi impedisce di portarvelo con voi sempre. XCase funziona con tutti i prodotti della linea Tetrax, ovvero Fix (installabile su superfici lisce), Ego & Geo (soluzioni entry-level per cellulari) ed Xway (quella consigliata dall’azienda stessa ed utilizzabile per navigatori satellitari e smartphone di “peso”) e lo possiamo trovare in vendita presso i migliori store d’elettronica come Mediaworld, Iper, Trony e store di telefonia ad un prezzo compreso tra i 15 e i 20 Euro, dipende dalla rifinitura estetica da noi scelta. E’ acquistabile anche online sul sito dell’azienda stessa. Ringraziamo Tetrax e i suoi responsabili per gli accessori messi a disposizione per la recensione. [Scritto da IL_MORUZ]

{gallery}prove_accessori/tetrax-xcase/6{/gallery}