Abbiamo provato per voi le custodie di Conetto [Recensione]

Non potevamo resistere alla tentazione e quindi abbiamo dovuto acquistare una delle custodie create dall’amico Conetto e l’abbiamo testata per voi! Tra quelle presenti nella sua settima e più recente collezione abbiamo scelto quella a libro, ovvero in grado di accogliere e proteggere l’iPhone come se questo fosse dentro ad una piccola agenda, con tanto di chiusura. Lo stile è quello dei prodotti Made in Conetto, ormai un vero e proprio marchio di fabbrica: un’esplosione di colore e grafica minimale. L’appuntamento per tutti coloro che stanno aspettando una nuova “infornata” di custodie è per la seconda metà di Marzo (impegni di Andrea permettendo), mentre sul suo sito sono a disposizione alcune cuffie Philips personalizzate. Bene, dopo il salto la nostra recensione e galleria fotografiche, che troverete anche su Flickr! …

Confezione ed accessori

La custodia realizzata da Conetto ci è arrivata mezzo posta raccomandata in una custodia trasparente: quello che conta è la sostanza e il packaging super-ricercato (e voluminoso) lo lasciamo volentieri alle soluzioni industriali. Già da prima dell’apertura possiamo ammirare il lavoro di decoro, in cui i colori sono sapientemente dosati per esaltarne il contrasto ed appagare l’occhio. Trattandosi di un pezzo unico abbiamo qualche timore ad aprire la confezione, ma la ritrosia scompare dopo pochi secondi, sopraffatti dalla nostra curiosità.

Installazione

Ecco ci siamo: basta inserire l’iPhone cominciando dal lato dei comandi di controllo del volume e premere verso il basso. Si tratta di una semplice cover in plastica bianca incollata alla custodia vera e propria: sul lato interno è applicato un rivestimento in tessuto per evitare lo sfregamento tra le superfici in plastica possa rigare il retro dell’iPhone. Il nostro cellulare risulta ben alloggiato e non notiamo nessun scricchiolio o scivolamento anche durante i movimenti più improbabili.

Estetica e funzionalità

Dopo le prime fasi di stupore, cerchiamo di dare un giudizio obiettivo: mai vista una cosa del genere! Ebbene sì, potete cercare su qualsiasi store internazionale qualcosa di simile ma non lo troverete da nessuna parte e questo è il vero valore aggiunto. Come potete notare dalle foto la custodia è bianca, con personalizzazione su entrambi i lati: su quello anteriore compre l’intera superficie, mentre sul quello posteriore il disegno è impresso sulla parte più a destra. Il gancio di chiusura è magnetico, cosa che facilita la chiusura anche ad occhi chiusi della custodia. I colori utilizzati sono il giallo, l’arancio ed il rosso con l’elemento in oro che fa rottura e congiuzione tra le parti della personalizzazione: trattandosi di un’opera d’arte la firma dell’autore (Conetto) compare quasi nascosta all’interno della grafica.

Prova su Strada

La cover a libro consente di proteggere completamente il dispositivo, in ogni situazione. Tutti i comandi sono liberi e a portata di mano: notiamo che si tratta di uno dei pochi modelli in circolazione che lasciano addirittura libero il carrello di accesso alla SIM, facilitando la sostituzione della stessa, che si rivela utile per tutti coloro che hanno più numeri o vogliono sfruttare diverse offerte di altrettanti carrier telefonici senza dover continuamente “smontare” la custodia. Un piccolo impedimento è rappresentato dalla mini fibbia di chiusura, che potrebbe intralciare durante le fasi di inserimento nelle tasche delle giacche. L’ecopelle risponde bene alle sollecitazione: anche chi ha le mani che sudano molto facilmente non nota particolari problemi anche in caso di uso prolungato, dove invece case di plastica rigida si dimostrano più sensibili a ditate e a sporco.

Conclusioni – Pregi e difetti

Voto certamente positivo ma il pelo nell’uovo siamo soliti trovarlo sempre, ma più che giustificato: trattandosi di una personalizzazione fatta a mano in caso di usura e di continuo utilizzo potrebbe graffiarsi l’ecopelle e scolorirsi il disegno ma si tratta di un’eventualità comune a molti prodotti e precisiamo che non si tratta di una custodia “da battaglia” ma di un accessorio da sfoggiare con cura. L’effetto curiosità tra amici o anche passanti (amanti di tecnologia) è assicurato ed il prezzo estremamente basso è un ottimo motivo per approffittarne, prima che il Conetto si renda conto che i suoi lavori valgono ben più di qualche decina di euro! [Scritto da IL_MORUZ]