Rihanna: L’ambasciatrice del POP

Dopo aver solleticato gli ormoni femminili con una foto nature e un articolo su Adam Levine, frontman dei Maroon5, ci è arrivata una richiesta dall’alto, da parte, cioè, del fondatore e signore assoluto del sito che ci ospita: parlare di (testuali parole) “una femminuccia hot”.

Potevamo dire di no ad una simile richiesta? Potevamo negare un pò di sollazzo ad un signore che si sta avvicinando a grandi passi ad un’età delicata? Giammai! E allora eccolo accontentato!

La scelta della femminuccia hot era facile facile e praticamente obbligata. In questo momento chi è la donna più hot del reame? Rihanna, no? 

Per citare un grande uomo politico, potremmo dire che da un anno a questa parte, Rihanna è ovunquemente, spogliatamente.. sdraiatamente. Quindi…

Compiuta la scelta ci siamo diligentemente messi a fare delle ricerche sulla signorina Rihanna; Robyn Rihanna Fenty per l’anagrafe, Riri per i suoi fans.

Una bella googlata, uno studio accurato degli outfit e delle foto che la ritraggono nelle più svariate occasioni, ed ecco, di seguito, che idea ci siamo fatti.

Capelli: Li ha tinti, tagliati, arricciati, stirati, colorati in ogni modo IMpossibile e INimmaginabile.

Leì è bellissima e starebbe bene anche con un nido in testa. Ma quanto a stile e raffinatezza..stendiamo un Pelo pietoso!

Look da red carpet: Il suo stilista preferito è Alexandre Vauthier , ma non disdegna di compiere sconsiderate incursioni nelle collezioni di stilisti di ogni genere e natura. Il risultato è quello di non avere uno stile personale… Pardon: di non avere uno stile. Punto!

Look per il tempo libero. La ragazza, sempre generosa con i suoi fans, si è premurata di pubblicare su Facebook gli scatti della sua recente vacanza italiana. Le foto la ritraggono, immancabilmente con il famoso culetto ben in vista, in mise succinte, con vestitini trasparenti che non trascurano di mostrare ogni minimo dettaglio del bel decolletè, ivi compreso un capezzolo piercing-dotato.

Look professionale (video, concerti, apparizioni tv, servizi fotografici).

Possiamo dire, senza tema di smentita, che Rihanna, nell’esercizio delle sue funzioni di cantante, adotta sicuramente un look minimalista.

Ovviamente basta capirsi su come deve intendersi la parola “minimalista”. Qui sta a significare che è un look fatto del minimo indispensabile.

Per parafrasare il mitico Nino (D’angelo x gli smemorati), altro che “nu jeans e na maglietta” ! Lei: “nu reggiseno e na mutanda”. Stop!
In verità sono previste anche succose variazioni sul tema: Hot pants sbrindellati ad arte, body con richiami al sadomaso e al bondage; ma anche semplice filo interdentale spacciato per slip di un bikini.

Ogni tanto però, quando ha degli attacchi di timidezza, come nel video S&M, si copre pudicamente con tutine in lattex, magari rosa, che fanno tanto effetto educanda.

E comunque avercene di mutande e reggiseni!

Il più delle volte è completamente nuda. Come in certe foto private, (rubate, of course; che ve lo dico a fare?) che girano in rete ma che non sfigurerebbero tra dei referti ginecologici.

O come nel servizio fotografico su Esquire che l’ha incoronata (ma va!?) la donna più sexy del mondo per il 2011.

In quel servizio Rihanna compare coperta soltanto da qualche foglia marcia a da un pò di fango!
Ma a pensarci bene, visti gi avvenimenti recenti in Liguria, già che è entrata nel mood, un giretto con pala e secchiello da quelle parti, no?
Magari non si tira indietro, perchè la Riri non si risparmia mica eh!

Dovete sapere che oltre ai mille impegni che ha, di recente è stata anche nominata ambasciatrice culturale (no, non la faccio la battutaccia scontata su cul..turale, ok?) delle Barbados, la sua terra natia.
La prima occasione che l’ha vista impegnata in questa veste (veste?) è stata la sfilata dei carri per il carnevale Barbadiano.

Ma Barbapapà e Barbamamma, hanno visto come si era conciata? Ma non le hanno detto niente?

La “bella de casa” esibiva un microbikini rosso che ha faticato non poco per resistere alle sollecitazioni, agli sfregamenti, ai contorcimenti dell’ambasciatrice, che non ha trascurato di strusciarsi su ogni essere vivente, uomo donna, fiori, frutta e pali della luce che ha incontrato nel corso della sfilata!

A sua discolpa va detto che la cara signorina Fenty era inequivocabilmente sbronza come una cucuzza…(l’espressione non è fine ma rende perfettamente l’idea).
Ciò nonostante, bisogna darle atto, che ha cercato di svolgere al meglio il suo compito istituzionale, impegnandosi a 360 gradi.

Oddio …magari le posizioni in cui è stata fotografata mentre era sui carri allegorici non erano ehm…esattamente a 360 gradi , forse qualche grado in meno. In compenso la temperatura dei siparietti in cui si è prodotta avevano una temperatura di svariati gradi farenheit.

Ma che ci può fare, porella? (porella, porcella..fate voi!).
Star sistem oblige!
Oggi come oggi se non ti adegui al parossismo sessuale che pervade il mondo della musica pop; se in ogni foto non hai la faccia di quella che sta avendo il miglior orgasmo della sua vita; se in ogni video non simuli pratiche erotiche sempre più spinte, diciamocelo: non sei nessuno!
E quindi lei si applica.

Spende una fortuna nei sexy shop, per esempio, e non si può dire che lo faccia in gran segreto. Un paio di settiamane fa, a Parigi, ne ha praticamente svaligiato uno e due minuti dopo la notizia era su siti e giornali di mezzo mondo con tanto di lista della spesa.

Non fa mistero delle sue inclinazioni sadomaso. Nel testo di S&M dichiara, tra l’altro, che fruste e catene la eccitano.

Rilascia dichiarazioni come queste: “mi piace essere sculacciata e legata…Se capita è meglio usare le mani che spezzare l’incantesimo andando nell’armadio a cercare una frusta”.
Ma certo! Come diceva una nota campagna pubblicitaria: “non si interrompe un’emozione!”

Che poi dico io: benedetta figliola, hai fatto commuovere fans e detrattori con le foto in cui apparivi pesta e gonfia per le botte dell’ex fidanzato Chris Brown e vai dicendo certe cose? Ma allora te le cerchi!? Scusa!

A questo punto non ci stupiremmo se tra coloro che stanno leggendo questo articolo si fossero formati due diversi scheramenti: quelli che di botte vorrebbero dargliene di santa ragione proprio in virtù di certi suoi comportamenti e di certe sue dichiarazioni, e quelli che, per gli stessi, identici motivi, vorebbero dargli …botte di tutt’altro tipo!!
Scommettiamo che il nostro capo fa parte della seconda categoria?