Marco Mengoni “Re Matto Live” (cd+dvd) [recensione]

Dopo aver recensito/stroncato/distrutto il suo primo/secondo album/EP, rieccomi con le cuffie ad ascoltare un disco di Marco Mengoni. Un disco che io per primo, da quasipiùomenoFan attendevo ma, si sà, io sono fan praticamente di chiunque mi piaccia un pochino. Ed è arrivato: Re Matto Live. Un CD/DVD (sto cercando di battere il record mondiale di slash e di variabili inserite in una recensione musicale) che testimonia i chilometri macinati dal cantante in un tour che ha registrato decine di sold out. Il Live, tralaltro, è una dimensione decisamente più affine al mondo della Star di Ronciglione, appena vincitore del “Best Italian Act” agli Mtv Europe Music Awards 2010 (e in lizza per il titolo di “Best European Act”, votabile su ema.mtv.it).

Il CD e il DVD, in realtà, hanno scalette diverse e contengono due concerti diversi: il live del cd (e della versione disponibile su iTunes) è infatti registrato allo stadio di Montesilvano (Pescara) mentre il DVD è interamente girato all’Arena del Mare di Genova.

Il ragazzo canta da Dio, non c’è che dire, e le urla delle bimbeminkia assatanate (purtroppo pubblico di riferimento del Nostro) fanno un po’ a pugni con il clima rock dell’artwork, del suono, degli arrangiamenti, ma di questo digredirò più avanti. Una band giovane ed affiatata, con una bravura di fondo che va apprezzata, un cantante che è uno showman a tutto tondo, un paio di superhit ben piazzate. Il gioco è fatto. Dopo l’intro strumentale (e l’ingresso in scena di tre curiosi conigli) è il momento di “Stanco (Deeper Inside)” uno dei pochi tormentoni “scaccia-Waka-Waka” dell’estate, che dal vivo riesce ancora meglio. Proprio le canzoni di “Re Matto”, piuttosto deboli nella versione su disco, dal vivo acquisiscono una potenza diversa: “In un giorno qualunque” è quella che esce meglio dal trattamento LIVE, tanto da essere stata riarrangiata, ricantata e ripubblicata come singolo di lancio dell’album dal vivo.

Quasi subito arriva la prima cover: “Paralyzer” dei Finger Eleven. Perfetta, quasi meglio dell’originale, coinvolgente, bella. Sono le cover a sorprendere, infatti. Marco mostra una attitudine rock fuori dal comune e fuori dagli schemi dei talent, soprattutto in “Helter Skelter” (dei Beatles, dal CD) e “Satisfaction” (dei Rolling Stones, dal DVD), una straziante e commovente “Almeno Tu Nell’universo” e una sentita “Mad World” (per celebrare la “mattità”, concept su cui si basa lo spettacolo) oltre che una coraggiosissima “See Me, Feel Me / Listening To You” degli Who ( nel CD così come Battisti ma anche Paul McCartney & the Wings, nel DVD), non semplici da coverizzare soprattutto se si viene spacciati ed etichettati per Teen Idol senza futuro.

Discorso a parte va fatto per “Nessuno”, un brano di Mina completamente riarrangiato e ricreato, a metà tra i Depeche Mode e l’Heavy Metal, con gli archi dei Solis String Quartet (che tutto quello che toccano diventa oro), con una linea vocale diversa…potrebbe tranquillamente essere un nuovo singolo e una potenziale superhit. Come già detto e ripetuto, il problema della credibilità artistica di Marco sta nello spessore delle canzoni del primo album di inediti “Re Matto”, non esattamente originale nei contenuti, ma qui, nel contesto Live, tutto cambia, anche “Fino a ieri” dall’essere “alla Jamiroquai” diventa “Cosmic Girl” di Jamiroquai, una dichiarazione d’amore alle proprie ispirazioni.

Marco è giovane ed ha con se una band di coetanei, sa di essere capitato in un mondo più grande di sè e si diverte sul palco, gioca col pubblico, gioca con la voce, si lancia in equilibrismi vocali spesso troppo arditi (e che possono anche infastidire) cadendo sempre in piedi, perchè in Italia gente che canta come lui, nonostante le parole degli snob, ce n’è poca. A chiudere tutto, la sua killer-hit: “Credimi Ancora”, in una versione ancora più sporca e ancora più rock, ad apice del Climax ascendente dello show, la summa della produzione applicata a questo concerto, con la cura maniacale degli effetti applicati ad ogni singolo strumento e (soprattutto e giustamente) alla voce di Marco. Una intro d’atmosfera, una performance impeccabile, ed il brano è, ormai, un piccolissimo instant classic del Pop italiano.

Nel DVD, oltre al concerto (ma non è segnalato in copertina, come una bellissima sorpresa) un bel pacchetto di contenuti speciali: dal Backstage del tour ai vari FlashMob girati per l’Italia, oltre che un’intervista esclusiva per conoscere in profondità il “Re Matto” e i video di “Credimi Ancora” e “Stanco”: insomma, un gran bel prodotto. E lo spettacolo è particolarissimo, dal punto di vista visivo. Luci sporche, che non illuminano ma che danno importanza alle ombre, una predominanza del nero e del bianco (o del “Nero e poi bianco”), voci fuori scena che parlano col pubblico e con lo stesso Marco, giochi di trasparenze e nascondigli per permettere a Mengoni di cambiarsi e di farsi attendere dal suo pubblico.

Il pubblico. Ahia. Il mix audio del CD e del DVD (potentissimi, perfetti per un disco dall’assetto rock come questo) hanno un unico difetto: le urla del pubblico. Si, perchè se nel caso di un disco live di Vasco Rossi si riconosce una canzone non tanto dalle prime note quanto dall’urlo del pubblico, uno strumento aggiunto. Le fan del Mengoni (e non solo quelle giovanissime, vengono spesso inquadrate un paio di carampane over40), almeno dal punto di vista sonoro raggiungono livelli di fastidio rari e bisognava, FORSE, abbassare leggermente il volume delle loro urla nel mastering del disco. Oppure picchiarle sonoramente e mandarle a vedere un concerto dei Tokio Hotel? Non so. Questa è una mia (drastica) soluzione. Però quella voce va ascoltata, non bisogna urlarci sopra.

Marco non è un teen-idol, non deve essere un teen-idol, ma una popstar, anzi, la NOSTRA popstar. [scritto da Mm]

MARCO MENGONI
RE MATTO LIVE
2010, Sony
★★
disponibile in: CD+DVD /  Download Digitale (iTunes)
TRACKLIST CD
#01 Rabbit’s Intro
#02 Stanco (Deeper Inside)
#03 Paralyzer
#04 In Viaggio Verso me
#05 In Un Giorno Qualunque
#06 Helter Skelter
#07 Questa Notte
#08 Lontanissimo Da Me
#09 Insieme A Te Sto Bene 
#10 Fino A Ieri + Cosmic Girl
#11 Almeno Tu Nell’Universo
#12 Mad World
#13 See Me, Feel Me / Listening To You
#14 Nessuno
#15 La Guerra
#16 Credimi Ancora
#17 In Un Giorno Qualunque (New Version – Studio) [iTunes Extra]
#18 In Un Giorno Qualunque (Videoclip) [iTunes Extra]

TRACKLIST DVD
#01 Rabbit’s Intro
#02 Stanco (Deeper Inside)
#03 Paralyzer
#04 Dove Si Vola
#05 In Viaggio Verso me
#06 In Un Giorno Qualunque
#07 Satisfaction
#08 Questa Notte
#09 Lontanissimo Da Me
#10 Fino A Ieri + Cosmic Girl
#11 Almeno Tu Nell’Universo
#12 Mad World + Voice Interlude
#13 Live And Let Die
#14 Nessuno
#15 La Guerra
#16 Credimi Ancora