Francesca Michielin «Riflessi Di Me» [recensione]

Il più grande limite degli artisti spuntati fuori dai talent show, si sa, è la credibilità e la durata del loro progetto discografico. Francesca Michielin è una diciassettenne che nel suo passato ha tante ore spese sul pianoforte e al basso, e (ma è marginale) la vittoria della quinta edizione di X Factor (la prima su Sky) e un singolo, Distratto, che debutta alla #1 in classifica e prende due platini download. Il successo improvviso la porta anche a vincere il Premio Videoclip Italiano e ad esibirsi a Sanremo 2012 in duetto con Chiara Civello e a performare anche ai TRL Awards 2011 di MTV davanti a non-so-quante-mila persone, facendo un figurone Con soggetti simili, la vittoria di un talent è una riga in più sul curriculum. L’album Riflessi Di Me non ha neanche la più lontana ombra del talent targato SkyUno, anzi. La produzione, curata da Elisa e Andrea Rigonat (insieme a molti grandi nomi del songwriting come Roberto Casalino, Matteo Valicelli oltre alle stesse Elisa e Francesca), è stata molto attenta a creare un progetto reale, solido, duraturo, a far uscire un disco vero e bello a prescindere dalla provenienza artistica dell’interprete, rendendolo molto simile alla ragazza che ne è protagonista.

Sola è il singolo che l’ha annunciato: rock, dolce, qualità pura. La voce di Francesca viene fuori per quello che è, bella, pura e sporca allo stesso tempo, piena di intensità e di emotività. Il dolore della solitudine, ma niente di drammatico o melenso, la voglia di farsi forza, queste sono le chiavi del brano (vi consiglio, inoltre, di dare un’occhiata all’esibizione live che Francesca ha tenuto sul palco della prima puntata di X Factor 6).

La pasta sonora è più vicina ai grandi dischi rock del passato che Francesca ama, piuttosto che ai prodotti pop più recenti, una mossa azzardata per un album di debutto, ma che ripaga certamente alle orecchie degli ascoltatori. L’unico neo di questo album è il fatto che la Michielin paghi lo scotto della giovane età attraverso una forzata immaturità di alcune (SOLO ALCUNE) delle liriche scritte per lei nel disco, ma rende anche il progetto più appetibile per coetanei di Francesca che potrebbero trovare l’ascolto dell’album leggermente pesante (sono abituati male i ragazzini, eh…).

Il meglio sopraggiunge quando Francesca ci mette del suo, come un Quello che vorrei dove è autrice della bellissima melodia o in Honey Sun, grandiosa ballata chitarra/voce scritta in inglese completamente da lei, semplicissima ma probabilmente la traccia migliore e più emozionante dell’album. Le parole di Francesca Michielin sono anche nell’emozionante Riflessi Di Me, che racconta con delicatezza un tema difficile come l’accettazione di sé durante proprio l’età adolescenzale, senza alcuna traccia di banalità. Il singolo pluripremiato Distratto resta stupendo, ben scritto e nel contesto di un intero album di inediti trova un significato nuovo, risultando come UNA delle facce di Francesca, non L’UNICA. C’è spazio anche per il divertimento, nella particolare Non Mi Dire, scritta interamente da Elisa, ma le tracce rock come Un Nuovo Nome (scritta da Ermal Meta dei La Fame Di Camilla), la già citata Sola, il piccolo capolavoro rock Tutto Quello Che Ho, Il più bell’abbraccio sono quelle che rendono meglio la voce di Francesca e la sua essenza artistica che affonda le radici nella musica sperimentale e emozionante degli anni ’60 e ’70. Aspettiamo un album in cui la Michielin possa esprimersi a pieno, da cantautrice quale aspira ad essere, ma dalla sua opera prima, anche complice l’ala protettiva di una grande artista come Elisa Toffoli, il suo potenziale è più che chiaro, quasi lampante.

Come disse il suo quasi-maestro Morgan: «Francesca ha di bello che si vede che vuole fare questo di mestiere, vuole proprio fare la cantautrice, la musicista». Francesca Michielin, possiamo dirlo tranquillamente, è una cantautrice, una musicista. Si, si vede.

scritto da Mm (@MarcoMm)

FRANCESCA MICHIELIN
RIFLESSI DI ME
2012, Sony
★★★
disponibile in: CD / Download Digitale (A prezzo speciale su iTunes) 

TRACKLIST
#01 Sola
#02 Arcobaleni
#03 Quello che vorrei
#04 Mai più
#05 Se Cadrai
#06 Tutto Quello Che Ho
#07 Distratto 
#08 Il più bell’abbraccio
#09 Riflessi Di Me
#10 Honey Sun
#11 Non Mi Dire
#12 Un Nuovo Nome
#13 Indelebile

#14 Honey Sun (swing mix) iTunes bonus track
#15 Riflessi Di Me (acoustic) iTunes bonus track