Roma - Rabat, storia di un viaggio in moto

24 novembre 2005

In traghetto verso Barcellona

Francamente mi aspettavo un traghetto di quelli un pò squalliducci, insomma alle foto viste sul sito non ho creduto neanche un pò... ho pensato, qui c'è sotto la solita sòla, sicuramente sarà tutto bruttissimo, ed invece...
Sembrava di essere in una nave da crociera, tutto bello, grandi saloni, bar, casinò, addirittura un piccolo negozio e la piscina (ovviamente vista la stagione senza acqua).
Ho preso una camera singola per approfittare della traversta e fare una piccola cura del sonno.
A bordo c'era l'immancabile scolaresca in gita, ed un gruppetto di Ultrà del Palermo diretti allo stadio, ed una variegata rappresentanza di camionisti di tutte le nazionalità europee (soprattutto dell'est).
Il viaggio è stato quasi piacevole e durante la notte il mare un pò mosso ha contribuito ad agevolare il sonno cullando un pò il traghetto. L'indomani mattina la sveglia è stata all'insegna di un pò di mal di mare, ee sono ricorso ad un miracoloso certotto contro la nausea fornitomi su richiesta dalla receptions del traghetto. La mattinata è proseguita "tranquilla" tra un onda e l'altra ed il tempo passato dormendo. Dopo pranzo (non si mangiava male al ristorante sul traghetto), ho approfittato della sala Tv dove alcuni degli Ultrà hanno insistito per vedere Beautifull!!! Sono rimasto esterrefatto, non pensavo che si potesse arrivare a tanto...
Insomma per farla breve il viaggio è proseguito bene, il mare si è calmato, ed ho preso anche un pò di sole in piscina (sempre vuota), verso le 16.00 siamo arrivati a Barcellona, ed il tempo di sciogliere la moto dalle funi di sicurezza che l'avevano assicurata durante la notte, e mettere su di nuovo tutte le borse, ed il viaggio è continuato scendendo in terra spagnola. Dimenticavo, ho viaggiato con la Grimaldi.

3 Commento:

Posta un commento

Links a questo post:

Crea un link

<< Home